• Davvero Interessante!! Voglio provare! Finora ho fatto sempre esplosioni di colori, e mi mancano alcune icone “flat design”!
    grazie per l’articolo!

  • Bello veramente, è già da un pò che adotto questo stile, adesso ha anche un nome.
    “The passion has no limits”

  • Sarebbe piaciuto anche al grande Bruno Munari. Penso al logo della regione Lombardia o ad altre cose che aveva creato, in cui la semplicità del tratto diventava la forza del messaggio. Semplice da capire ma un pò complesso da creare: l’essenza del design.
    Grazie per lo spunto.

    • Grazie a te per lo spunto! Un bel post su Bruno Munari e il flat design potrebbe essere una grande idea ;-)

      • Bruno Munari è nel cuore di tutti e penso che poterne riparlare possa arricchire tutti noi, anche quelli che nel loro lavoro non si occupano solo di grafica o di design in genere.

  • Prediligo da sempre questo tipo di soluzioni.

  • E’ un articolo molto interessante!!

  • simo

    Molto interessante! uso spesso questa tecnica per questo mi sono interessato al contest recentemente pubblicato! complimenti per l’accuratezza!

  • Non sono d’accordo sui colori. Non è vero che nel flat design ci sia un cambiamento particolare. Il flat design è semplicemente semplificazione. I colori sono sempre 2-3-4 la forza sono gli abbinamenti. Poi c’è flat design e flat design. Non è una novità, adesso fa tendenza ma utilizza sempre le stesse regole di design. è un tipo di linguaggio visivo. C’è flat design astratto e flat design più reale.

  • Sofinda

    tutti dietro, come pecore, allo stile indicato dai grandi, mai nessuno che crea, nessuno che innova. Tutti capaci a seguire le linee guida…
    Non sono d’accordo.

    Quando uno stile diventa “di massa” a me già non piace più

  • ReF

    Ne gioisce chi usa IE8.. senza border-radius e box-shadow si va già in piano. Le pippe saranno tutte sulle animazioni. Personalmente è uno stile che mi piace, ma fino a pagina dieci. Le ombreggiature nei menu e magari nei page-containers (laddove non si vuole occupare tutta la pagina per scelta del committente) sono cose che ancora funzionano e che danno risalto. A volte mi sembra che il flat-design sia una scelta condivisa da chi non sempre può permettersi un designer a tempo pieno, però è vero che, in questa ondata di revival anni ’60-’70-’80 e ’90, ci sta bene in quanto a stile.
    La prossima sarà ricominciare a fare siti con le tabelle! :D

  • Pingback: Cos’è il flat design?()

  • Baldo

    Ma che bravi! Passare dal tridimensionale al bidimensionale. Proprio una bella trovata!
    E perche’ non il monodimensionale? Solo punti e linee… Pensate come sarebbe elegante e… trendy!

  • Giuliano DaskyDesign Grimaldi

    minkiate…è sempre esistito e si è sempre chiamato “minimal design”. E’ come dire, la nuova moda dei “selfie” ma gli autoscatti son sempre esistiti. Quando non sanno più che inventarsi, rinominano cose già esistenti per dargli un aspetto nuovo ed innovativo, abbatanza triste dal punto di vista creativo :/

    • Magari è sempre esistito. Ma dal momento che recentemente ha influenzato il design di un’infinità di siti web e app forse l’obiezione che “è sempre esistito” passa in secondo piano. Le origini di un trend sono sempre nebulose e strane :)

    • Rock Communication

      Ci sono cose che sono “sempre esistite”, ma che grazie alle nuove tecnologie hanno fatto passi da gigante! Per esempio il “Flat Design” e i “Selfie”, molto lontani da “Minimal design” e “dall’autoscatto”!
      Per esempio l’AUTOSCATTO non lo si fa con uno smarphone, ma con una macchina fotografica, l’Autoscatto significa non vedere quello che stai facendo, procedere per tentativi, il selfie, invece esce quasi sempre al primo colpo, anzi.. il VERO SELFIE esce al primissimo colpo, perchè vedi direttamente nelle schermo del tuo smatphone quello che stai facendo!
      Sono convinto che un analisi più approfondita delle cose, ci aiuterebbe ad apprezzare di più ciò che ci sta intorno, e ci aiuterebbe a capire meglio i mercati e i trend, aiutandoci a comprendere meglio cosa cercano i clienti, ma soprattutto creare cose nuove… Insomma la filastrocca è sempre quella! Imparare dalla storia per fare del futuro qualcosa di meglio, invece stiamo sempre a lamentarci… Mah!
      Ricordiamoci sempre tutti molto bene che le grosse aziende a differenza di noi piccoli “imprenditorini” di provincia, hanno la forza e LA VOLONTA di investire MOLTISSIMO in ricerca, e molto spesso quello che tirano fuori non è altro che la rivoluzione di cose già esistenti, che stavano li ad aspettare, e loro hanno avuto l’opportunità di tirarle fuori!

  • molto interessante ;)

  • wittrue

    Se scegliete il flat design, fate sempre attenzione all’usabilità del sito: https://www.nngroup.com/articles/flat-design/

  • Pingback: AddThis: promuovi il tuo blog sito web! -Shape Beyond Graphic()