1

LA GIURIA HA DECISO! Ecco i contenuti selezionati per il contest sul Social Housing.

Siamo felici di annunciarvi che le fasi di selezione del contest “LIVING BETTER #promuoviamoilfuturo” si sono concluse!

L’annuncio dei vincitori è avvenuto oggi 8 marzo, durante l’evento di premiazione organizzato a Milano dagli enti promotori del progetto.

lb

I video hanno passato ben due selezioni: una prima ad opera degli organizzatori del contest, che hanno effettuato la prima scrematura dei contenuti ricevuti sulla base dei lavori più attinenti al messaggio richiesto dal brief.

I video selezionati sono poi stati visionati da una seconda giuria composta da esperti di settore.

Ebbene si, i vostri video sono stati visionati da: Franco Ricchiuti, Alessandro Battaglini, Maurizio Mazzanti, Massimiliano De Serio, Gianluca De Serio.

Ci teniamo a dirvi che entrambe le giurie sono rimaste piacevolmente impressionate dai lavori inviati e dalla sensibilità dimostrata nel raccontare un tema così importante ma ancora poco conosciuto.

La richiesta era infatti quella di rappresentare il Social Housing e i valori ad esso legati, tramite un video che, emozionando, descrivesse questa nuova cultura dell’abitare; un video in grado di raccontare i vantaggi di questa scelta e di come sottintenda un’importante presa di posizione per costruire, giorno per giorno, un futuro migliore all’insegna della cooperazione, della sostenibilità e del rispetto reciproco.

Qui di seguito i video selezionati ed il commento della giuria di tecnici che ha effettuato la selezione finale:

1° classificato: Crescere nel Social Housing di Chiara Di Meglio – Alessio Gonnella – 6.000€

“Casa mia è grandissima, ci viviamo in 43 anzi 44”. Basterebbe questa frase per meritare il primo posto. Ma il progetto presentato merita di vincere anche per la qualità espressa, per la capacità di emozionare con leggerezza e raccontare al tempo stesso i benefici del social housing.

2° classificato: Cambiare è un attimo di Gaetano D’Antonio – Simone Russo – Gennaro Silvati – 4.000€

L’interessante scelta di regia messa in atto mette lo spettatore in una condizione di empatia estrema verso la storia narrata. I vantaggi del social housing vengono non solo mostrati ma anche evidenziati in maniera chiara grazie all’escamotage della ricerca online esplosa a monitor.

3° classificato: Il futuro è qui di CORRADO CERON – ALBERTO BEDIN – SILVIA BORTOLAZZO – 2.500€

Il progetto merita il terzo posto per l’ntelligente l’uso dell’infanzia proiettata alla vita adulta con riferimenti alla multiculturalità e ai benefici del social housing.

4° classificato: Co-abitando a colori di Barbara Moliri e Stefania Marino – 1.500€

Molto efficace, i punti sono tutti evidenziati e per questo è meritevole del quarto posto. Sarà un ottimo strumento di veicolazione dei contenuti tramite le property del committente.

5° classificato: Social Housing di Pierluigi Andreassi e Marco Bellante – 1.000€

Last but not least il quinto premio per un mix di animazione e live shooting che informa in maniera corretta sui vantaggi del social housing.

Un sentito ringraziamento da parte del cliente e di Zooppa per la vostra partecipazione e per l’attenzione e la cura che avete dedicato alla realizzazione dei video per questo progetto.

Vi aspettiamo per le prossime sfide!

  • Gianluca1977

    Prima di tutto faccio i complimenti a tutti, i video sono belli e ben fatti, l’unica cosa che ho da ridire è che questa volta il brief ha dato delle informazioni sbagliate penalizzando chi ha deciso di rappresentare il bello della condivisione in generale come ci veniva descritto nel brief.
    Se il cliente aveva bisogno di video più didascalici, che illustrassero in maniera dettagliata le caratteristiche del Social Housing avrebbe dovuto specificarlo nel brief così tutti avremmo realizzato qualcosa di più dettagliato sul social housing, ma se nel brief ci scrivete “Quello che ti chiediamo, zoopper, è di raccontarci in un breve video empatico ed emozionale, quali sono i vantaggi del condividere nella vita di tutti i giorni”
    Nessuno penserebbe che i video che trattano la condivisione in generale verranno penalizzati.