0

The Biggest Project – Una storia che varca i confini

Abbiamo intervistato Valentina Mion, architetto, zoopper e ideatrice del progetto “The Biggest Project”: un racconto nato quasi per gioco, che ora coinvolge oltre 32 illustratori ed è pronto ad essere tradotto in altrettante lingue grazie alla raccolta fondi avviata su Kiskstarter.

the biggest project illustration

Chi sei e cosa fai

Mi chiamo Valentina e sono un architetto. Dopo la laurea al Politecnico di Milano, nel 2012, decido di partire per il Brasile in cerca di fortuna.
Rimango lì circa un anno, collaborando con uno studio di San Paolo e con l’associazione URBZ che si occupa di progetti di ricerca e sviluppo nei contesti informali di India e America Latina.
A luglio 2014 mi catapulto su due strade parallele: fondo lo studio NotToScale Architecture a Lugano e inizio un Dottorato in Urban Design tra Milano e Madrid.
Ed eccomi qui, a vivere e lavorare tra queste tre città.

Sono sempre stata appassionata di scrittura e di favole per adulti e bambini.
Nel 2013 grazie al programma “ilmiolibro” di Feltrinelli, riesco a pubblicare un piccolo racconto a cui ho sempre tenuto molto: “L’uomo più grande del mondo – The biggest man in the world” di cui realizzo anche le illustrazioni.
Non avrei mai immaginato che quel piccolo libro sarebbe riuscito a diventare il “The Biggest Project”.

Prima di parlarci del tuo progetto, raccontaci la tua esperienza in Zooppa.

Sono capitata in Zooppa ormai diversi anni fa, spinta dalla curiosità e dalla varietà di proposte che vedevo accavallarsi ad ogni gara.
All’inizio sono stata per un po’ una timida spettatrice finchè, con un gruppo di amici, abbiamo deciso di lanciarci nella realizzazione di un video per Ferrero.

Ci siamo divertiti tantissimo. Quel video è stato in realtà il primo di una lunga serie della quale l’ultima produzione è appunto quello che sarà il video per la campagna crowdfunding del The Biggest Project.

Si può dire che, in un certo senso, tutto è iniziato anche grazie a Zooppa.

Ok ora possiamo parlare del progetto :) Da dove nasce l’idea di “The Biggest Project”?

The Biggest Project è un progetto nato poco a poco e, mi piace dire, anche un po’ per caso.
Dopo la prima edizione di L’uomo più grande del mondo è nata in me la curiosità di vedere come “altre mani” avrebbero potuto interpretare la storia.

Così ho iniziato a scrivere ad alcuni amici, proponendogli di illustrare il racconto, e la risposta è stata carica di entusiasmo.
Stupita e incuriosita da questa risposta… ho deciso di andare avanti.

Il progetto conta attualmente 32 diversi illustratori e 32 diverse lingue.
Ufficialmente: The Biggest Project.

Un lavoro davvero grande! Come sei riuscita a coinvolgere tutti questi illustratori e traduttori?

Tutto è iniziato, come dicevo, contattando alcuni amici. Un po’ alla volta però, agli amici si sono sostituiti semplici conoscenti e, ai conoscenti, illustratori professionisti per me del tutto estranei.

Alcuni di loro, li ho trovati proprio in Zooppa come ad esempio ELISETTA. Avevo visto alcuni dei suoi lavori e, incuriosita, ho deciso di proporle il progetto.
Oggi ELISETTA è parte del The Biggest Team e la sua versione del racconto è stata tradotta in Olandese dall’amica di un amico (in pieno spirito The Biggest Project!).

L’idea della traduzione in diverse lingue è nata un po’ più tardi, credo a causa delle numerose domande che arrivavano dai partecipanti rispetto alla lingua in cui sarebbe stato pubblicato il racconto.
Ed ancora una volta, spulciando tra amici, conoscenti e traduttori professionisti, siamo riusciti ad ottenere una risposta più alta anche delle nostre aspettative.

Come mai hai scelto di fare un progetto internazionale?

Mi ha sempre affascinato la ricchezza che si incontra nella diversità. Per quanto ci si sforzi di immaginarla, trovarcela di fronte, stupisce sempre.
Vedere come uno stesso racconto, una storia semplice che si sviluppa intorno a due soli personaggi, possa essere vista in tanti modi diversi… è stata per me un’esperienza meravigliosa.

The Biggest Project vuole essere un progetto che celebra l’interculturalità del nostro tempo, diretto a stimolare la coesistenza delle differenze come elemento di ricchezza e l’importanza delle singolarità per il raggiungimento di un obiettivo comune.

La storia stessa in realtà, parla proprio di questo: L’uomo più grande del mondo è la storia di un incontro, un po’ reale un po’ inventato, tra due personaggi provenienti da mondi diversi.

Una breve parentesi nelle loro vite, troppo diverse per proseguire insieme.
Sarà questo incontro però a modificare per sempre la loro visione delle cose.

Vuoi citare o ringraziare qualcuno?

Il The Biggest Team è composto da tante persone: illustratori, traduttori, grafici, videomaker e amici che hanno reso tutto questo possibile.
Tra loro un grazie particolare va a Gianluca Ferriero che oltre ad aver partecipato al progetto come “illustratore” (le virgolette anticipano una sorpresa che per ora non posso svelare) ha anche realizzato lo splendido video che presenterà il progetto su Kickstarter.
Oltre a lui ringrazio per il prezioso aiuto Simone Lanotte (anche lui utente di Zooppa), Caterina Gatti, Simona Galateo e Chiara Gianlupi.

Quindi…. il The Biggest Team: Alvaro Borobio Gomez, Anastasiya Sokolovskaya, Ayman Kassem, Camillo Triulzi, Caterina Burlini, Caterina Gatti, Chiara Tronchin, Davide Abbati, Elisa Fabris, Fausto Montanari, Gianluca Ferriero, Giulia Maria Belli, Hanka Ondrejkovicova, Jassir Ramos, Katariina Talts, Kenji Sato, Maria Natalie Skjeset, Mark Hamilton, Matteo Morelli, Michele Antinori, Monica Vitali, Mrunal Save, Nao Nozawa, Niwanthi Weerathunga, Reynold John Frias, Semir Avdic, Tushar Pant, Violetta Uboldi, Wai Ting Choi, Ygong Do Lee, Abeer Alsobahi, AeNok Park, Ai Ishii, Aleksa Korolija, Alexandru Popescu, Chiara Gianlupi, Colin Berg , Gizem Selçuk Casalins , Irene Miotto, Sabina Rizzelli, Jingjing Du, Juan Manuel Valverde Izquierdo, Cecilia Monfrini, Linda Eerikäinen, Maaike Baan, Ottavia Rizzo, Jegor Levkovskiy, Marianna Pinheiro Machado, Masoumeh Mirsafa, Najda Durmo, Risilda Shkurtaj, Robin Petersson, Serena Ruggiero, Silva Sabkova, Thu Tran, Vassillis Mpampatsikos, Veronique Tavernier, Zuzana Boháčová ed io, Valentina Mion.

The Biggest Project lo trovate su: Facebook, Instagram e Twitter.

Se volete aiutare Valentina a realizzare questo bellissimo progetto, potete farlo contribuendo con una donazione al progetto su Kickstarter

the biggest project racconto kickstarter