7

Link2me, network dei creativi. Intervista all’ideatore, Jacopo Modesti.

Da un po’ di tempo, circa un anno, abbiamo iniziato a osservare con interesse un network creativo che sicuramente qualcuno di voi conosce. Il suo nome è Link2me, ed è dedicato specificatamente ai professionisti del mondo della comunicazione, dai creativi ai manager. Ci è subito piaciuto per diversi motivi e recentemente abbiamo deciso di prendere contatto con i loro amministratori. Siamo rimasti stupiti e piacevolmente sorpresi nello scoprire che tutto era stato creato da una sola persona: Jacopo Modesti, titolare della web agency Studio03. Ha coltivato e fatto crescere il progetto come un figlio parallelemente all’attività per i suoi clienti, dedicandoci molte notti insonni. Siamo sicuri che Link2me crescerà ancora e consigliamo vivamente a tutti di iscriversi. Perchè come Zooppa può favorire contatti, collaborazioni e opportunità.

Ciao Jacopo, descrivici cos’è Link2me in sintesi e quali sono le sue funzionalità principali.
Ciao a tutta la community Zooppa e grazie per l’interesse verso il mio progetto. Link2me.it è un professional network e un marketplace dedicato a freelance, studi ed agenzie che lavorano in Italia. Lo scopo principale è quello di dare visibilità agli iscritti e mettere in contatto domanda ed offerta tra chi offre servizi e consulenza e chi cerca collaborazioni per i propri progetti. A differenza di altri network professionali Link2me è un social più di nicchia, si rivolge principalmente a consulenti, creativi e chi lavora nel campo della comunicazione in genere.

Com’è evoluta la piattaforma nel tempo? Quali sono stati gli upgrade più significativi?
Principalmente Link2me aveva l’unica funzione di professional network, in seguito è stato ampliato con l’aggiunta del marketplace, un’area in cui aziende e privati possono pubblicare i propri progetti (fornendo budget e tempistiche) e aspettare le candidature da parte degli iscritti. Di recente è stato aperto un piccolo forum per promuovere la discussione tra gli utenti e una sezione “eventi” dove è possibile segnalare la partecipazione a fiere di settore, convegni ed eventi formativi.

Quali sono invece le nuove feature che ti piacerebbe introdurre?
Sono diverse le cose che vorrei implementare nel prossimo futuro, sicuramente le classiche funzioni di social networking presenti nei vari siti di riferimento come i commenti, i gruppi, etc. Interessante sarebbe anche l’aggiunta di una sezione editoriale tipo blog che raccolga notizie e articoli di settore. Ma prima di tutto in questo momento sento il bisogno di ottimizzare quello che c’è già, il progetto è in costante divenire ma non vorrei mettere troppa carne al fuoco e perdere di vista lo scopo iniziale.

Da alcuni commenti che abbiamo letto in rete, all’inizio, nonostante i complimenti, non tutti credevano che il progetto si sarebbe sviluppato e sarebbe cresciuto. Invece…
Onestamente ho sempre ricevuto feedback positivi da colleghi e amici che lavorano nel settore, ma riuscire ad emergere e creare un sito di reale successo è molto difficile, in ogni modo il riscontro degli utenti è stato positivo e i numeri sono in costante aumento, questo mi fa ben sperare per il futuro e mi da gli stimoli giusti per continuare ed impegnarmi sempre di più.


Attualmente quant’è esteso il network? Ci sono delle storie particolari a te note di persone che ne hanno beneficiato?
Nel momento in cui scrivo ci sono oltre 3.500 utenti registrati e attivi sul network, sono utenti ben profilati e per la maggior parte di alto livello professionale. Per quanto riguarda il marketplace il sito non si pone come parte nelle transazioni e comunque nelle fasi successive al contatto tra domanda e offerta  non posso avere un reale riscontro sui benefici che ha portato agli utenti, ho solo il feedback di alcuni amici che mi hanno raccontato di aver trovato lavori interessanti o validi collaboratori per portare avanti i propri progetti.

Com’è nato Link2me? Per pura passione? E cosa vuole diventare? Quali sono i tuoi obiettivi?
Link2me è nato perchè sentivo il bisogno di creare un progetto mio che non fosse commissionato da un cliente e in cui avessi massima libertà di operare sia in termini di design che di strategia. L’obiettivo è quello di diventare un punto di riferimento per professionisti ed agenzie che operano nel settore ma sopratutto che possa diventare un sito utile e utilizzato dalle aziende, ovvero dai committenti finali che se coinvolti a dovere dovrebbero diventare il vero motore trainante di tutto il progetto. Mi sono dato una scadenza e degli obiettivi, sia in termini di adesioni che di traffico, entro la fine del 2010 penso di poter avere un quadro completo della situazione e poter tracciare un bilancio.

Ma come hai fatto a fare tutto da solo? Quanto tempo ti ha assorbito? Hai mai pensato che eri stanco e volevi mollare?
Effettivamente, facendo tutto da solo, il progetto mi ha sottratto molto tempo, considerando che devo dedicarmi al mio lavoro quotidiano, rappresentato dalla consulenza per i miei clienti. Link2me è stato un impegno non da poco, ci sono stati momenti in cui ho un po’ allentato per dedicarmi ad altro ma in un modo o nell’altro ho sempre continuato a lavorarci sopra ampliandolo e migliorandolo il più possibile. Il progetto Link2me è frutto di una forte passione per il web, finchè c’è questo a guidarmi difficilmente mollerò.

Tu non nasci come sviluppatore ma come designer, se non erriamo. Qual è la tua storia? E adesso cosa ti senti?
E’ difficile definire la mia figura professionale, da autodidatta ho cercato di formarmi a 360 gradi senza prediligere un aspetto a discapito di un altro, questo mi ha permesso di avere una visione di insieme fondamentale per seguire un progetto ambizioso come questo, le mie competenze spaziano dalla programmazione al SEO e spesso mi capita di dover progettare anche le interfaccie a livello grafico. Per i lavori dei miei clienti utilizzo anche collaboratori esterni in base alle esigenze, in quei casi mi sento più “project manager” ma non posso negare che difficilmente riuscirei a rinunciare alla fase di produzione vera e propria, diciamo che mi piace “sporcarmi le mani” con tutte le componenti di ogni progetto.

Cosa vorresti dire agli iscritti di Zooppa ma anche a coloro che già utilizzano Link2me?
Agli iscritti di Zooppa, a quelli di Link2me e a quelli che ancora non lo sono vorrei dire di crederci. Il mio progetto ha lo scopo di aiutare chi lavora ad ottenere nuove opportunità lavorative: in un periodo di profonda incertezza come questo aziende e freelence devono fare di tutto per rimanere a galla e trovare clienti, spesso si sottovalutano le potenzialità di questi strumenti, soprattutto in Italia. All’estero siti come il mio vengono utilizzati molto di più sia dai consulenti che dalle aziende, quindi il mio messaggio è “partecipate”, aggiornate il vostro profilo, pubblicate i vostri progetti e regalatevi (il sito è completamente gratuito) una possibilità in più per fare business.

Jacopo Modesti su Zooppa è JJM77. E sarà felice di darvi tutte le informazioni ulteriore che cercate su Link2me e sulle sue potenzialità.

  • Complimenti davvero,
    sono iscritta da un po’ e
    link2me è un’ ottimo network. Utilissima anche la sezione marketplace.

    Continua cosi’ ;-)

  • gran bell’idea….siamo già tutti lì!! XD

  • Grande! In questa intervista rivedo un pò di me, infatti stò portando avanti un progetto ambizioso che spero sia altrettanto fortunato, complimenti Jacopo.

  • Bravo Jacopo,
    gran bel sito,
    grandi possibilità di sviluppo.
    :)

  • pippo

    Attenti al web designer lorenzo roggiani truffatore di esperienza ,cercatelo su google

  • steo

    pippo perche’ dici cosi?non si trova

  • steo

    cioè ho comprato un oggetto da lui come mai dici che è truffatore scrivimi prima che puoi grazie